FairSpot – un altro modello potenziale per i Nodi Locali di FairCoop

Un FairSpot è uno spazio fisico per attività collegate a FairCoop. Il primo aprì nel 2017, in un piccolo negozio affittato di Exarcheia, un quartiere popolare e molto libero del centro di Atene. Questa fu l’idea originale, ma ogni FairSpot può essere molto diverso dagli altri, in modo che si adatti alle necessità locali o a differenti culture. 

Nel nostro caso, il piano terra è uno “spazio pubblico” dove riceviamo la gente, si vendono prodotti ecc. Il piano superiore è per lavorare più privatamente, celebrare assemblee, riunioni e così via. Ha un divano, una piccola cucina ed è permesso fumare. Se installiamo una doccia, lo spazio potrebbe anche ospitare gente per poche notti (per coloro che capiscono, è come una mini Aurea Sociale).

Inoltre, anche se la maggior parte dell’attività commerciale può essere gestita e fatturata tramite FreedomCoop, abbiamo bisogno di un codice fiscale locale per attività come l’affitto, le fatture domiciliate o i conti correnti ecc., e per questo che disporre di un indirizzo fisico ci risulta utile. Per questa ragione abbiamo creato una associazione senza scopo di lucro, gestita da due cittadini Europei insolventi. Inoltre, abbiamo un avvocato e un contabile. Ciò è essenziale. Potresti pensare che non ne abbiamo bisogno, però si. Facciamo anche la nostra contabilità interna. Usiamo Dolibarr, che alloggiamo nel nostro proprio servitore. Si tratta di software libero, molto completo e che combina molte funzioni come la contabilità, il punto vendita, la gestione del magazzino ecc. La contabilità è diventata abbastanza complicata, a causa delle diverse combinazioni di elementi di, per lo meno, tre entità diverse (Nodo Locale (LN), Punto di Scambio (PoE), ed il nostro negozio), l’uso di due valute differenti (Euro e FairCoin) avendo il FairCoin una tassa di cambio dinamica e differenti tipi di monete (contanti, carte virtuali, FairPay, bonifici bancari, PayPal). 

In ogni modo, dopo circa un anno di funzionamento, il FairSport di Atene sta diventando progressivamente sempre più conosciuto e sono state realizzate ulteriori connessioni verso la creazione di un modello di economia circolare in un ambiente metropolitano alquanto complesso. Sta anche progredendo come modello per il più ampio ecosistema FairCoop, grazie alla sua visione unificatrice: FairSpot è contemporaneamente il nome di uno spazio politico e base operativa per il Nodo Locale. Funziona come Quartier Generale del Nodo – per un Nodo è molto utile avere uno spazio fisico aperto o semi aperto con un orario stabile. Ti rende visibile e fomenta la fiducia: diventi un vicino. 

Queste sono alcune delle varie cose per le quali usiamo il FairSpot:

 

Punto di Cambio (PoE): Cambiamo EURO a FAIR gratuitamente e FAIR a EURO con un 2% di interesse. Abbiamo cellulari con NFC per FairPay, una macchina per il controllo e l’autenticazione dei contanti (molto necessario in Grecia), un conto corrente bancario capitalista, una carta di credito dell’associazione ed un conto Paypal.


Negozio: vendiamo prodotti di produzione locale e sostenibile a cambio di FAIR. Paghiamo i fornitori (in FAIR o una miscela di FAIR ed EURO) DOPO che e SOLO se i prodotti sono venduti. Vendiamo solo prodotti di alta qualità ecologica, ma visto che naturalmente non paghiamo l’IVA, riusciamo a fare dei prezzi che sono nella media. Visto che ci rifiutiamo assolutamente di vendere esclusivamente in EURO  (parzialmente per ragioni legali), abbiamo molti pochi clienti. Per questo, e anche perchè non abbiamo un frigorifero, non vendiamo prodotti freschi.

 

Promozione di una economia circolare nella città e nelle vicinanze, ed in termini generali per rappresentare a livello locale FairCoop. Facciamo anche e distribuiamo carte Fairpay, così come diamo lavoro autonomo a 5-6 persone. Offriamo pure aiuto finanziario equo a vittime dello stato. 

 

Estensione: Organizziamo presentazioni ed eventi, facciamo reportages, stampiamo e diffondiamo materiale di merchandising, connettiamo FairCoop con altre alternative e reti giuste, come la Cooperativa Integrale ad Atene ed aiutiamo a finanziare progetti locali autogestiti. Ad un livello più locale, offriamo anche il nostro indirizzo per la ricezione di lettere e pacchetti, siamo una sorgente di vita sociale, uno spazio per riunioni di gruppi politici, assemblee, coworking. Stiamo anche preparando un CNV (nodo convalidato cooperativamente) di FairCoin ecc. 

 

Per adesso la nostra tabella di marcia include appoggiare, fortificare e promuovere il funzionamento di una economia circolare tra le iniziative locali, come Syn. Allois, che è un negozio alternativo di generi alimentari che accetta FairCoin ad Atene. I nostri membri hanno anche partecipato a dibattiti in vari festival ed eventi nei dintorni di Atene, come l’Insurrection Fest, il Common Fest o il Network di Resistenza. Recentemente, il Nodo Locale di Atene ha fornito anche un esempio pratico del potenziale del FairCoin organizzando un evento chiamato FairCafé in un bar di Exarcheia ed altri eventi sono in preparazione. L’intero processo rappresenta l’inizio di una riflessione aperta a lungo termine sul futuro del Nodo Locale di Atene. 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

In generale, l’idea di creare un FairSpot come pratica sta crescendo. Altre persone in altri luoghi hanno discusso su idee differenti, pensando ad offrire spazi per il lavoro autonomo o per la formazione, mentre un altro gruppo in Serbia ha in progetto lo sviluppo della seguente proposta: 

“Nel FairSpot che stiamo costruendo, cercheremo di avere un piccolo orto, nel quale introdurremo alcune soluzioni proprie della permacultura. Più avanti, l’obbiettivo è avere un luogo dove poter organizzare vari seminari di formazione per persone interessate all’agroecologia, agricoltura su piccola scala, permacultura ed anche uno spazio per poter discutere su soluzioni per come preservare la biodiversità o realizzare un terreno sano, tra gli altri temi. Attraverso tutte queste attività, possiamo presentare le idee di FairCoin e FairCoop e cominciare a cooperare.”

Complessivamente l’idea di creare un FairSpot come punto nevralgico di un Nodo Locale sta rappresentando una parte di una più ampia metodologia per la realizzazione dei Nodi Locali, in condizioni estremamente diverse. Offrendo un ambiente integrato, che può servire come dimostrazione prefigurativa dei vari servizi ed idee presenti nel nostro ecosistema, l’avvio di un FairSpot è una opzione utile da tener presente.

Brought to you by the multi-lingual FairCoop community. Visit the FairCoop main website or FairCoin. | CMS Login

To top